CardiologiaNews.net


News

Sicurezza ed efficacia degli stent a rilascio di farmaco Promus Premier e Synergy nella malattia coronarica

Nel corso del EuroPCR Scientific Program, Boston Scientific ha presentato i risultati positivi di due studi clinici riguardanti nuove tecnologie di stent medicati ( DES ) per la malattia coronarica.
Lo studio clinico NG PROMUS ha valutato la sicurezza e l'efficacia dello stent coronarico Promus Premier ( piattaforma in Platino-Cromo a rilascio di Everolimus ), e i dati di follow-up a 2 anni dello studio EVOLVE. Quest'ultimo studio ha confrontato la sicurezza e l'efficacia dello stent coronarico Synergy ( piattaforma in Platino-Cromo dotato di un rivestimento polimerico bioassorbibile a rilascio di Everolimus ), rispetto allo stent Promus Element.
Lo studio NG PROMUS ha valutato i risultati clinici e angiografici dello stent Promus Premier a 30 giorni.

Lo stent Promus Premier ha dimostrato un'ottima sicurezza ed efficacia, con lo 0% di rivascolarizzazione della lesione target e di trombosi dello stent. Inoltre, il tasso di successo tecnico ( endpoint primario dello studio ) Ŕ stato molto alto, pari al 99.2%.
Lo stent Promus Premier presenta l'unica architettura di stent customizzata nella sua categoria, in grado di fornire forza senza compromettere la flessibilitÓ. E' stato dotato di un delivery system migliorato, con basso profilo, una punta pi¨ corta e visibile, un palloncino a doppio strato e uno shaft interno Bi-Segment, allo scopo di facilitare il preciso posizionamento dello stent nelle lesioni pi¨ impegnative.

Riguardo allo studio EVOLVE, dopo 2 anni, non Ŕ stato riscontrato alcun aumento di rivascolarizzazione della lesione target ( TLR ) ( 1.1% ), e di trombosi dello stent ( 0% ), che erano stati osservati in 1 anno con lo stent Synergy full dose.

La differenza in termini di TLR tra lo stent Promus Element ( 6.1% ) e lo stent Synergy ( 1.1% ) si avvicina alla significativitÓ statistica ( p=0.07 ).
Questo fornisce elementi a supporto alla ipotesi riguardo al rivestimento polimerico bioassorbibile, che sembrerebbe offrire un beneficio a lungo termine superiore rispetto agli stent medicati con rivestimento polimerico durevole.

Lo stent Synergy Ŕ costituito da una combinazione tra un polimero bioassorbibile PLGA e il farmaco Everolimus, al fine di creare un rivestimento con basso carico iniziale, ultrasottile e uniforme che viene applicato sulla superficie abluminale ( pi¨ esterna ) dello stent. Il polimero PLGA completa l'assorbimento poco dopo la fine del rilascio del farmaco a 3 mesi, lasciando solo uno stent nudo in Platino - Cromo. Questa tecnologia offre lo stesso livello di riduzione della ristenosi dello stent a rilascio di Everolimus tradizionale e al contempo offre potenzialmente una guarigione dei vasi pi¨ rapida e completa dopo l'impianto dello stent. Ci˛ potrebbe ridurre la durata necessaria della doppia terapia antiaggregante post-operatoria. ( Xagena News )

Fonte: Boston Scientific, 2013